giovedì 25 maggio 2017

Speciale infrasettimanale - Hexxagon 1 & 2

Una sera, l'ex videogiocatore e sua moglie tornano a casa dal lavoro così stanchi e così smaronati che non hanno voglia di fare assolutamente niente. Ma proprio niente. Ma proprio che pure alzarsi dal divano risulta una fatica bestia. Insomma, un caso da manuale di tavò. Persino il giovane ex videogiocatore junior, dalla pancia della mamma, tira svogliatamente qualche calcio, ma proprio perché il CCNL "Nascituro" lo prevede, ma niente di più. Troppo tardi per guardare film, troppo faticoso imbarcarsi nella visione di un telefilm. A un certo punto, l'ex videogiocatore ha un'idea.


Ti sfido a Hexxagon!


Mi sfidi a che cosa?

Hexxagon! È un bel giochino rapido e divertente. Ti dò l'occasione per affermare per l'ennesima volta (non che ce ne sia bisogno) la tua indubbia superiorità intellettuale.


Uhm. Mi stai forse prendendo per i fondelli?


Forse.

Va bene, ci sto, proviamo 'sto Hexxagon. Ma non è che poi registri la partita e metti sul blog?

Forse.

Benissimo, una ragione in più per stracciarti. Sigla!


Eh no. "Sigla!" lo dico io. Sigla!

Il gioco di oggi in realtà sono due, ma è come se fosse uno solo. Creato dalla semisconosciuta ARGO Games (che successivamente produrrà un picchiaduro in grafica renderizzata chiamato Xenophage), è pubblicato come shareware da Software Creations, ed è un semplice clone di Ataxx, un vecchio gioco arcade concettualmente simile a Othello. La differenza qui è che invece che averci la scacchiera a quadrati, il tabellone è diviso in esagoni.


La grafica è estremamente pulita e l'ape è un piccolo tocco di classe. Perché le api si fanno le celle a forma di esagono, capito?


Per fortuna che ci sei tu che mi spieghi le cose.


Era per il pubblico a casa.



Con lo stesso stile minimalista e molto pulito, ecco i credits. L'autore degli effetti sonori è Bobby Prince, che in quello stesso anno compone le musiche di Doom. 



Beh? Si comincia? Poi non ti lamentare se dicono che i tuoi articoli sono troppo lunghi.



Non ne ho colpa io se la soglia di attenzione di chi legge è bassa. Io comunque mi prendo il mio tempo. Ci sono cose da dire e non mi va di trattenermi perché la gente fa fatica a comprendere pensieri di più di 140 caratteri.


Già. Ma quando si comincia?.


Questo è il menu principale. Per essere un prodotto  shareware, la grafica è ESTREMAMENTE pulita. L'ho già detto? 


L'hai già detto.


E allora cominciamo. Su uno sfondo stellare compare un esagono viola suddiviso in 61 celle esagonali. Tre di queste spariscono, per un totale di 58 celle possibili. Esiste anche la possibilità di personalizzare la scacchiera con l'editor integrato, ma giochiamo con lo standard. Ai vertici dell'esagono compaiono tre rubini e tre perle, che saranno le nostre pedine. 


Interessante coincidenza.


Cosa?

Nel mio primo lavoro serio, il mio capo di cognome faceva Rubino, e i colleghi più anziani mi apprezzavano così tanto che mi avevano soprannominata "la perla".

Ne deduco quindi che tu terrai le perle mentre io terrò il rubino in modo da rivivere questo contrasto?

No, tengo i rubini perché iniziano per primi.


Le regole di Hexxagon sono molto semplici. A turno, si seleziona una pedina e una celle vuota a distanza massima di due celle. Se la cella vuota è adiacente alla pedina, la pedina si sdoppia nella nuova cella. Altrimenti, salta.

Via, conquistiamo la collina!




Tocca a me. E hop. 


Se nelle celle adiacenti alla cella di arrivo c'è una pedina avversaria, la pedina viene convertita.


E con un balzo felino, mi approprio del rubino.

Bella rima, ma spingendola nell'altra casella in mezzo alle due perle, avresti potuto prendere entrambe.


E quindi?



E quindi così facendo mi hai dato modo di prendere i tuoi due rubini.


Inizio a capire.

Più tardi.




Sicura di aver iniziato a capire?

Che cosa stai insinuando?


Insinuo che con un salto ben piazzato ti frego 4 pedine. Oplà!


#&@!!!§$$£%!!

È ladino?


In Hexxagon, molto spesso, gli scambi sono di questo tipo. Un giocatore mangia due pedine all'avversario, e al turno dopo l'avversario mangia due pedine. È un gioco in cui spesso ci sono situazioni di equilibrio, che vengono inframmezzate da vaccate colossali o colpi di genio, a seconda del punto di vista.



Ah-ha! Guarda quanti rubini nella zona nord del tabellone!

Però siamo comunque 15 a 8 per me.


La partita non è ancora finita.



Sei in trappola! E ora come ne esci?

Con un salto, così ti mangio pure due pedine.


Questo me lo segno.

Intendi vendicarti?

Intendo riutilizzare la mossa.


Tipo adesso. Mi hai mangiato il rubino nel vertice a nord-est, e io ti mangio tre perle.

Sei incinta, non ti fa bene mangiare le perle.
 
Faccio senza speck e birra per 9 mesi, lasciami almeno le perle. E comunque secondo i blog di informazione sulla maternità dovrei essere preda di voglie incoercibili nel cuore della notte. E romperei finché tu da bravo maritino non le soddisfi. Sono contenta che siamo un po' meglio di questi stereotipi.


Il tuo uso dell'aggettivo "incoercibili" mi turba.


La senti questa brezza? È il mio fiato sul tuo collo! 15 a 17!




Prese altre due. Stai scappando? 

Cerco di consolidare il mio vantaggio coprendo spazi vuoti.


Più tardi.




Sta iniziando a riempirsi il tabellone. Diventerà una lotta all'ultima pedina questa. Capisco quello che dicevi, carino questo giochino.

Per non saper né leggere né scrivere, intanto, ti frego due rubini.




Ah! Due perle mangiabili. Mie!

Mai saltare troppo in là lasciando buchi, poi succede che ti frego tre pedine.


Ah. Capito.




Tipo così.

Esatto, mannaggia.




O meglio ancora, così! E C'È IL SORPASSO! AHAHAHAH!

&@#!!!##!!


Non sapevo tu fossi fluente in ladino.

Ho un'infarinatura.


And the winner iiiiis...! Abbiamo vinto, non si divide, chi vince ride, ah ah ah!




Non oso chiedere da dove venga questo coretto. Rivincita?



Ok.


Ok, ma stavolta giochiamo a Hexxagon 2.


Ah, hanno fatto pure un seguito? E cosa cambia?


In realtà non cambia niente, soltanto la grafica. Hexxagon 1 è shareware gratuito, Hexxagon 2 è parte della versione registrata di Hexxagon. Nella versione commerciale c'è un livello di intelligenza artificiale più evoluta, rappresentata da un computerizzato, chiamato "Craniac" (si vede nel menu principale). È disegnato come una lampadina con gli occhiali e il papillon. Al posto dei rubini e delle perle ci sono dei cristalli e una specie di blob alieno.

Io tengo le pastiglie, e tu tieni il vomito, per favore.


Pastiglie? Vomito?



È una bella metafora: le pastiglie sono di antiacido e la pozzanghera verde sono i succhi gastrici. In questi giorni ho un'acidità di stomaco terribile.

Se i lettori si aspettano che faccia battute sull'acidità e sul carattere delle donne, avranno un bel po' da aspettare. Gli stereotipi idioti da pubblicità tv italiana servono solo a rimpinzare il misero repertorio di comici da poco.

Ti ho già detto che sono molto contenta di averti sposato?

Fa sempre bene non dare nulla per scontato, per quanto possa sembrare di dire ovvietà.  Anch'io sono molto felice di averti sposata. E ora, non so come dire quello che sto per dire senza che qualcuno mi appiccichi lo stereotipo dell'uomo che ha paura di dire "ti amo" e che quindi rompe l'atmosfera dicendo qualcosa di prosaico: avanti con il vomito.



Com'è, come non è, sono in vantaggio io.


Qualcuno su questo divano un tempo ebbe a dire "la partita non è ancora finita".



Visto? Sorpasso!




Sorpasso di breve durata, caro mio. Ti sto dominando.

Non oso immaginare i significati reconditi che qualche sfigato da internet darà a quest'ultima tua frase.


Problema suo.




Ed ecco, di nuovo sorpasso. 25 a 27? Come la mettiamo?


Ti ho solo dato un po' di vanta.



Preferisco la schveps.


Nonostante questo gioco di parole malriuscito resto molto contenta di averti sposato.



È tutta una tattica di destabilizzazione. Ora siamo testa a testa. In genere, in queste situazioni si tende a fare scelte avventate.

E hop! Te ne piglio tre!

Che ti avevo detto a proposito di non lasciare buchi?



Argh! Ho visto ora.





Troppo tardi! 5 pedine a me!

Vomito 32 - pilloline 26. La storia della mia vita in questi giorni. Me misera, me tapina. Comunque, bravo. Ma come mai la partita non è finita?


C'era una cella vuota nel vertice a nord-ovest. Ora ho vinto sul serio! Ora dobbiamo decidere se fare la "bella" o se far pari e patta.


Viste le errate generalizzazioni che qualcuno potrebbe fare basandosi sul risultato di tre partite a un videogioco di 24 anni fa, direi di chiudere qui l'articolo. Ma è merda?

Giusto. È merda? Non lo è. La presentazione è pulitissima e curata nei minimi dettagli, il gioco è stimolante e con regole molto semplici. Che si può chiedere di più? 
Ci rigiocheresti? Il semplice fatto che esista anche per cellulari fa sì che le sedute in bagno durino molto più del dovuto.


Ti riferivi a qualcosa in particolare in quest'ultima frase?


Forse.

6 commenti:

  1. Bello. Vogliamo più giochi a due con la mujera (nonostante quello che pensi non c'è nessun doppio senso a sfondo sessuale, solo una citazione cestistica che so non apprezzerai)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo non apprezzo, ma non colgo proprio. E mia moglie è stata pallavolista, non cestista, quindi brancoliamo nel buio.

      Elimina
    2. tutto questo per dire "ce la spieghi"?

      Elimina
    3. Faccio il becuto che interviene nella discussione :D pur avendo scarsa competenza sul basket, penso sia la seguente cosa:

      giocatore A serve il giocatore B; giocatore B restituisce palla al giocatore A che si è liberato dalla marcatura e va a canestro.

      Elimina
  2. Caro ex,
    per me questo è il gioco peggiore che hai recensito :D.

    Non sono mai stato un amante degli scacchi, della dama..e di tutti i derivati.

    Ma certo mi ha sorpreso vederti battuto da tua moglie nella prima partita, poi dopo aver avuto un largo vantaggio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda, pure io con tutta la buona volontà non sopporto gli scacchi (anche per traumi passati che magari un giorno racconterò). Ti consiglio però di darci un'occhiata (trovi una versione online qui: https://hexxagon.com/ ), è molto più immediato e rapido.

      Il fatto che mia moglie mi ha stracciato è dovuto non solo alla sua schiacciante superiorità intellettuale, ma anche al fatto che i ribaltamenti di risultato, in Hexxagon, sono all'ordine del giorno. Per questo e per la sua rapidità (si va a riempimento quindi il numero di turni è limitato) lo trovo molto carino e molto meno noioso della dama.

      Elimina