Intro

Ho gli anni in cui, secondo Dante, si era al giro di boa della vita. Tengo famiglia. Ho un ciuffo di capelli bianchi.

Ho un lavoro serio e indosso la cravatta cinque giorni su sette.

Da giovane ero, secondo la definizione di alcuni, uno sfigato. Non giocavo a calcio e non ero particolarmente carismatico. Ma ero bravo col PC, e avevo diversi videogiochi. Non tanti, perché non ero nel network di pirateria, e i miei genitori col cavolo che cacciavano 99.900 lire per uno di quei cosi che corrompono le menti dei giovani virgulti.

Quindi ora provo a giocare ai giochi che avevo e ai giochi che avrei voluto avere, e li documenterò.

Non ne finirò neanche uno perché la mia soglia di attenzione per queste cose è crollata, ma mi spingerò finché non mi romperò i maroni e poi si tireranno le conclusioni.

Perché tutto questo? Boh. Proviamo un po'.

Nessun commento:

Posta un commento