lunedì 11 febbraio 2019

BC Racers

La preistoria è sopravvalutata. Lo so, vi ho parlato a proposito di Prehistorik che sono stati trovati scheletri di cacciatori/raccoglitori semi-nomadici che campavano in media un'ottantina d'anni, mentre con la rivoluzione agricola l'aspettativa di vita era scesa alla quarantina. Però questo non significa che arrivare agli 80 fosse scontato, anzi! Se dalla comodità della vostra cameretta auspicate il ritorno di età più sregolate in cui vi sarebbe bastato tirare un colpo di clava in testa a una donna per smarcare la pratica "corteggiamento", state dimenticando il fatto che qualcun altro più grosso e meno flaccido di voi avrebbe già spaccato la sua clava sulla vostra, di testa. Per poi fregarvi la donna che stavate puntando (quando andava bene).

E voi, rimasti soli, senza internet su cui cercare il porno, eravate costretti a scolpirvelo

Insomma, dal medioevo pulito e scintillante di Warcraft alla preistoria piccoloborghese col frigorifero e la giardinetta dei Flintstones, si crea un'immagine dorata del passato che stimola la misticizzazione del tempo che fu, e che frena ogni spinta al miglioramento. Sì, lo so, l'ho detto in ogni salsa possibile su questo blog e continuerò a farlo fino a quando non smetterete di fare finta di niente. Sta di fatto che il bovarismo storico che ci siamo fatti crescendo con uno sbanderno di libri e cartoni animati sui dinosauri ci fa credere che avremmo potuto vivere benissimo in un periodo che va dai 10.000 al milione di anni fa (sempre per la storia che vi raccontavo della perdita di profondità quando si guarda al passato da lontano). Ci ero cascato anch'io, un po' per i Dino Riders (i giocattoli più che i cartoni animati, che facevano stracagare) e un po' perché certi libri erano oggettivamente bellissimi. Quindi insomma, non sentiamoci in colpa per il bovarismo filopreistorico. Certo, se in età adulta fate la "paleo dieta" che avete trovato su internet e vi nutrite solo di bacche, carne e pesce crudi non d'allevamento, uova, noci di cocco e integratori, allora molto furbi non siete, e di certo la colpa non è di Zdenek Spinar o delle meravigliose illustrazioni di Zdenek Burian (che vedete in questo articolo e nell'articolo su Prehistorik).


Pochi sanno che per iscriversi all'albo dei paleontologi
cecoslovacco è necessario chiamarsi Zdenek
Insomma, che si fa oggi? Presto detto! Ci immergiamo in una preistoria idealizzata, in cui uomo e dinosauro vivono fianco a fianco, e in cui esistono le moto. Questo è l'universo di Chuck Rock, uno dei tanti giochi a tema preistorico usciti nei primissimi anni 90, e diversi anni dopo i primi due episodi (che non uscirono mai per PC, e quindi non li vedrete su questo blog), i ragazzi della Core Design decisero di cambiare genere. Sigla!


Ecco, questa è l'introduzione per SEGA Mega CD (ohohoh) perché la versione per floppy apparentemente non ha un'introduzione. Almeno, non ce l'aveva la versione demo a cui giocai io trovata su un cd di shovelware con giochi principalmente sportivi. Sì, non è proprio sportivo questo, ma ok. Esiste pure una storia, in realtà: un milionario playboy (Millstone Rockafella, e qui troviamo il plagio dei Flintstones in termini di storpiare nomi realmente essitenti) decide di indire una corsa motociclistica, e il vincitore avrà una moto fichissima. Un sacco di gente, compreso Chuck Rock degli omonimi giochi e varie caricature di gente realmente esistente, più tale Cliff Ace e la sua fidanzatina Roxy, che non mi pare siano parodie di persone reali, ma sono sulla copertina del gioco. A tal proposito...


...ecco a voi un bel momento di sfiga. Ora, nel 1995 ci avevo 13 anni e quindinon è che ci capissi tanto di certe cose, ma quello che vedevo mi piaceva molto. Trovavo la tizia bionda, tettona, discinta e soprattutto con la pancia bene in dentro, stranamente arrapante. Non essendoci la "pornucopia" senza fine di internet, al tempo, vedevo 'sta gnoccona preistorica come prototipo del fisico ideale a cui aspirare per quanto riguardava l'agognatissima pratica dello scambio di fluidi corporei. Ci sarebbe voluto ancora un po'. Poi, concordiamo tutti sul fatto che il disegno fosse piuttosto esagerato (stiamo parlando della Core Design, che nel giro di un paio d'anni ci avrebbero servito Tomb Raider), ma oh, almeno non era una roba giapponese, altrimenti sarei diventato un "neckbeard" munito di "waifu pillow", e non metto neanche link alla definizione di questi due concetti. 

Comunque, che Roxy fosse un po' troppo discinta, qualcuno deve averlo fatto notare ai ragazzi della Core, infatti nella versione Mega CD (ohohoh), sulla copertina...

Bowdlerization
...la bionda cavernicola ha un costume intero. Che ci pensa già il tubo catodico a danneggiare la vista. Ma torniamo alla preistoria e proseguiamo...

Roxy è la quarta da sinistra
Ops. Volevo dire alla preistoria idealizzata in stile Antenati di BC Racers.


Ecco, dopo aver scelto il livello più semplice (ovviamente), possiamo scegliere uno dei sei concorrenti. Abbiamo i titolari Cliff Ace e Roxy, quelli che compaiono sulla copertina, ma Roxy è molto meno interessante della copertina, e le statistiche, insomma, sono abbastanza mediocri. Bah. Niente.


Secondo concorrente: Sado la tigre dai denti a sciabola e "Sid Viscous", che avete tutti capito a chi si riferisce, no? Come già detto prima, l'abitudine di prendere persone realmente esistenti e cambiarne il nome facendo riferimento alla pietra è preso paro paro dai Flintstones. Ricordo Cary Granite (Cary Grant) e Alvin Brickrock (Alfred Hitchcock) e sono certo che ce ne siano molti altri. Il culturista che spezza la pietra delle statistiche con la testa ero certo fosse un riferimento a Schwarzenegger, e invece apparentemente stando al manuale si chiama "Jack Hammer".  Boh.


Granite Jackstone e Tina Burna, ovvero Janet Jackson e Tina Turner. Non credevo che la sorella del Re del Pop e la Regina del Rock fossero amiche, ma ok. Tina apparentemente ha una taglia di reggiseno che è un ordine di grandezza superiore a quella di Granite. O è viceversa? Boh.


Brick Jagger e Gary Gritter. Brick abbiamo capito tutti chi è, e quindi non ne parlo. Gary, invece, oltre a essere il cattivo dei primi due Chuck Rock, è anche una parodia del Bobby Solo / Little Tony inglese, Gary Glitter, che quattro anni dopo l'uscita di questo gioco confermò in realtà il suo status di cattivo, venendo coinvolto in uno scandalo di pedopornografia e turismo sessuale con i minori in Estremo Oriente. Che schifo, ragazzi. Per questo non li seleziono. Apprezzo il tentativo di fare una parodia delle celebrità contemporanee, ma ho come l'impressione che il tutto sia un po' tirato via, che i ragazzi della Core avessero inizialmente pensato a qualcosa di più strutturato, ma poi è sopraggiunto il tavò e hanno lasciato perdere. Boh.


Chuck Rock e Chuck Junior, che non parodiano nessuno ma sono i protagonisti dei primi due giochi della saga (che si concluderà con questo spin-off, a meno di eventuali operazioni nostalgia), e che dire? Non ho mai, mai, mai giocato a Chuck Rock e l'unica cosa che mi viene in mente è la battuta quasi decente a proposito della clava che lessi sulla riprovevole stampa di settore. Chissà come mai non è mai stato convertito per PC, dato che il filone era molto ricco: c'erano Prehistorik, Ugh!, The Humans, Joe&Mac: Caveman Ninja, Caveman Ugh-Lympics e sono certo che ne esistano tanti altri. Boh!


E infine Bob Hardley e Jimmi Handtrix. Handtrix immagino si riferisca alla velocità della mano di Jimi Hendrix nel suonare la chitarra (che paradossalmente qui è in mano a Bob, ma ok), e voglio sperare che non si tratti della solita battuta in cui con "Hand-tricks" si fa riferimento a certe attività solitarie che tanti fanno, ma pochi ammettono (e prendono per il culo chi ha il coraggio di ammetterlo). Boh.


Sì, avrete notato che tutto quanto è un grandissimo "Boh", e per non saper né leggere né scrivere, scelgo le due ragazze non tanto perché una delle due sia tettona quanto per il fatto che hanno la moto più veloce, per quanto tirino poche sberle (eh sì, in questo gioco di corse ci si mena pure) Ma ora vi confido un segreto...


...non ho mai capito che per tirare sberle si usa il tasto "TAB" e quando ci ho provato la mia coordinazione occhio-mano è talmente inesistente che:
A) finivo sempre fuori strada
B) non facevo altro che tirare sberle all'aria.

Dunque, affrontiamo il gioco in maniera nonviolenta, e puntiamo sulla velocità delle due rockstar. Lo starter (è un grumo di pixel ridimensionato maluccio) si mette in mezzo alla strada, lascia andare un fazzoletto, sparisce e...


...via! Ci mettiamo subito fra la terza e la quarta posizione, su otto. Una fila di prosciutti vicini al traguardo possono essere raccolti per recuperare energia (indicata dal dinosauro in basso, che man mano che si prendono colpi diventa uno scheletro), e poh che altro dire? Boh, proviamo ad agguantare qualche posizione davanti...


...se non fosse che andiamo a sbattere contro uno dei lampioni che illuminano l'avanzatissimo ersatz di Bedrock in cui vivono Chuck Rock e soci, e finiamo all'ottava posizione, dietro i due concorrenti materasso controllati dal computer, i dinosauri Stiggy e Steggy.


Oh beh. Il giro successivo riusciamo a superare Cliff e pur uscendo di strada ci piazziamo in  quarta posizione, pigliandoci pure un po' di prosciutto. Devo dire che l'azione è molto febbrile e lo sfondo è fatto veramente bene. Sono solo gli sprite in gioco che non ridimensionano molto bene e spesso non ci si capisce un cazzo. Però la modalità grafica è molto simile al cosiddetto "Mode 7" del Super Nintendo, che ci aveva regalato Super Mario Kart nel 1992, e possiamo dunque dire che BC Racers stia a Chuck Rock come Super Mario Kart stia a Super Mario Bros, uscito però con tre anni di ritardo. E nel mondo dei videogiochi, tre anni sono un'eternità.


Il Mode 7 è interessante: è un trucco hardware del SuperNES che fa sì che la texture in background venga ruotata e ridimensionata in tempo reale, a livello di singola scanline, modo da creare l'effetto prospettiva. Il PC non è il Super Nintendo, quindi l'effetto viene prodotto via software. Lo avevo fatto pure io illo tempore, e un gioco fatto da me lo utilizzava (male). Ma non siamo qui per parlare di questo, ovviamente. Di giochi famosi che conosco che usano questo effetto, così su due piedi mi viene in mente Jazz Jackrabbit e un altro clone di Super Mario Kart, Wacky Wheels. Prima o poi li toccherò entrambi (forse).


Fine corsa! Riusciamo in extremis a risicare il terzo posto grazie all'utilizzo del "nitro", che non fa l'effetto peto come in Ivan "Ironman" Stewart's Super Off Road! ma ci fa effettivamente andare più in fretta (ne abbiamo fino a tre a disposizione, indicati dalle biglie viola che durante lo scatto diventano rosse, per poi scomparire).


E al terzo posto ci becchiamo tre punti in classifica, dopo Jimi&Bob e Cliff&Roxy. Con zero punti o con la moto distrutta è game over, mentre per andare avanti, fortunatamente, non serve essere primi.


Seconda pista! Stavolta in notturna. Bello l'effetto del cono luminoso, ma onestamente mi sembra più un fastidioso tech demo per fare i programmatori sboroni: l'effetto è più che altro fastidioso. Però siamo primi!


Primissimi, anzi. Le tombe con la croce sopra mi fanno un po' dubitare del realismo storico di un videogioco in cui dei cavernicoli con l'aspetto dirockstar del ventesimo secolo corrono su delle motociclette alimentate a non si sa bene cosa.

In realtà è tutta una scusa per mostrare un'altra opera di Zdenek Burian
Beh, suppongo questa sia l'ambientazione "horror", ma insomma, non sono impressionato.

Più tardi.


Ultimo giro! Siamo sempre primi e non abbiamo usato nemmeno un nitro. In genere a questo punto succede il marone e ci incartiamo contro qualcosa e gli avversari ci superano, no?


No. Abbiamo vinto! Bellissimo. Il me preadolescente di tredici anni spera in qualche celebrazione risqué in cui Granite abbia un incidente di guardaroba come quello che avrà durante una storica esibizione al SuperBrawl assieme a Justin Petrifiedwoodlake. Uhm, no, ammetto che non sono bravo a fare i calembour preistoricizzando i nomi delle celebrità. Non sarei stato un bravo sceneggiatore degli Antenati, che vi devo dire. Ma almeno non ho avuto nulla a che vedere con il patetico, inguardabile, e imbarazzantemente brutto film live-action con Rick Moranis e John Goodman. Che spreco di talento, ragazzi (va anche detto che niente fa più 1994 dell'estetica di quel film. Che comunque faceva cagare).


E dai! L'incidente di guardaroba non c'è ma le due si strofinano la schiena l'un l'altra in posa piuttosto languida, e solo ora mi accorgo che lo sfondo della foto cambia a seconda della pista. Bello, dai.


Terza pista. Siccome siamo arrivati primi, partiamo ultimi, ma con un rapido slalom ci metiamo in prima posizione, perché la moto di Granite e Tina è la più veloce di tutte e come state vedendo, non sto picchiando nessuno. Ora però sono curioso perché non mi ricordo cosa usa Granite (o è Tina? Boh) per picchiare. Magari dà un colpo di tette? Controllo.

Poco dopo.

Ah no, semplicemente strilla. Che stronzata.


Bello però lo sofndo del deserto, devo dire. Mi piace anche molto come al clipping (il fatto che gli sprite compaiano a distanza all'improvviso) venga messa una pezza facendo apparire gli sprite in lontananza con l'effetto "miraggio". Beh, dai, visivamente è ok.


Pista! Oh! Via dai mar-ops. Beh, non c'è la violenza di Carmageddon ma gli spettatori possono essere investiti e volano via in maniera cartonesca e abbastanza pixelata. Non so, sono particolarmente impassibile di fronte a questi tentativi di umorismo slapstick. Intanto comunque le due ragazze sono prime...


...e lo si mantengono fino alla fine. Beh, che dire! No, niente. È stata una corsa terribilmente noiosa.


Però intanto siamo in cima alla classifica con 19 punti, e lo show quasi saffico delle due rockstar continua immutato nel deserto. Ma non sudano sulla schiena con quel caldo? (Detto con la voce ansiosa della mamma di un mio amico che, terrorizzata dal concetto di sudore, ci soffocava di talco quando andavo a giocare a casa sua.)


Dopo il deserto, la giungla! Un po' come il terzo livello di Prehistorik, a cui non sono arrivato. O era il quinto? Boh! Lo so, sto dicendo spesso "Boh" in questo articolo, perché tutto sommato è il modo migliore di esprimere il sentimento che BC Racers mi lascia.


Ah che bello, il ponte/trampolino con zompo esageratamente lungo. Sono anche in settima posizione perché ho mancato il ponte e la mia bici si è impantanata. Oh beh, non importa, sto iniziando a rompermi le palle.


Si vola! Voi lo sapevate che è possibile sterzare anche quando si è a mezz'aria? Sì? Ma non ci facevate caso, d'altra parte anni di platform in cui si può cambiare direzione quando si è in caduta libera ci hanno plagiato. Pensateci su un attimo: se vi lanciate nel vuoto c'è solo una direzione in cui riuscite ad andare, in basso. Però nessuno ci fa veramente caso fino a quando non si lancia nel vuoto (con questo non voglio invitarvi a gettarvi nel vuoto, se non siete amanti del bungee jumping, intendo).


Ma a furia di saltare, la bici preistorica delle due fanciulle si "scomacca". E quindi?


E quindi scegliamo di continuare. Abbiamo tre crediti in totale, come se fossimo in un coin-op con tre gettoni soltanto. Riproviamo...


...e pur essendo partiti primi, andiamo a inzaccherarci sotto un ponte. Inserite qui il vostro espletivo preferito e fate conto che lo abbia detto io.

Più tardi.


Nonostante tutto, Granite e Tina arrivano terze. Dai, anche per questa volta ce l'abbiamo fatta...


...e nonostante tutto restiamo primi in classifica, apparentemente è un gioco a tre fra le nostre due starlette, Brick&Gary e Cliff&Roxy. Nel caso questi ultimi vincessero, Cliff sarà costretto a vendere la moto affinché Roxy usi i fondi per aprire il bar a cui ha sempre sognato dare il nome. (Lo so, lo so).


E qui ci troviamo su un arcipelago, con un tempo abbastanza inquietante. Sembra di essere tornati indietro al Precambriano, in cui né uomini né dinosauri c'erano, ma sapete com'è: se uno ebbe a dirmi che negli anni 80 aveva un PC col processore Pentium, figuriamoci il puré di storia che si può fare in un videogioco poco serio. È un sintomo.


Che palle. Siamo primi, e lisciamo clamorosamente un ponte finendo in acqua. E stavolta non ci impantaniamo come prima, ma arriva uno pterosauro a raccoglierci dal fondale e rimetterci in pista. Da dove si sia lanciato non ci è dato saperlo, dato che gli pterosauri non volavano, ma planavano soltanto. #pignolinodellanerchia


Eniente, finite al quinto posto, significa un punto soltanto...


...e Cliff&Roxy, che hanno vinto la gara, passano in testa alla classifica. Roxy non è particolarmente contenta. Da qualche parte nella Pangea c'è un cavernicolo con la barba lunga sul collo e un cappello "Fedora" che si lamenta di come sia possibile che una gnocca come Roxy stia con un buzzurro come Cliff, mentre lui è solo e ancora vergine e chiuso nella caverna dei genitori. Lui è un vero gentiluomo e sarebbe in grado di farla felice, ma Roxy preferisce stare con Cliff per via dei suoi pettorali e della sua struttura ossea. "Beh, sapete che c'è?" scrive sul subrockit /r/cavecel "Le feminoidi fanno tutte schifo e meritano l'estinzione che certamente arriverà perché noi uomini siamo biologicamente superiori. Tifiamo asteroide!!1!"


Altro livello, l'era glaciale, un po' come il noto film della Dreamworks. Una volta che ero all'università, fui trascinato dalle logiche oclocratiche della compagnia (la "balotta", nel gergo del Vecchio Paese) a vederlo al cinema. Il giorno dopo mia mamma mi chiese che avessi fatto di bello, e quando le dissi, imbarazzato, dove ero stato condotto mi sentii dire "che squadrone di sfigati". La cosa tragica è che aveva ragione. Non per il fatto che fossimo andati a vedere l'Era Glaciale, ma andare a vedere l'era glaciale in gruppo di giovani uomini tutti single era sintomo di un sostrato estremamente profondo di sfiga. Un vortice da cui è stato difficilissimo uscire: ancora oggi, talvolta, mi sveglio nel cuore della notte dopo un incubo in cui non ne sono mai uscito. No, ok, sto esagerando.


Ridendo e scherzando, intanto, abbiamo vinto pure questo e torniamo in cima alla classifica, anche se il neanderthal Cliff e la sua popputa fidanzata ci tallonano. Prossimo?


Ah! Una caverna vera e propria. Giustamente, siamo cavernicoli, dobbiamo stare nelle caverne. Bello come il livello precedente coprisse il secondo (o era il terzo?) livello di Prehistorik, e questo copre l'ultimo livello, a cui non sono arrivato nell'articolo. Sì, sono un ex videogiocatore, e non ho i riflessi di una volta.


Dopo essere finite in una pozza di catrame ci riprendiamo, al sesto posto ahimé, andando a sbattere su qualsiasi sasso sia nella caverna. Sfortunatamente, la nostra moto non è così coriacea...


...e infatti di lì a poco mi salta tutto. Oh beh. Avrei ancora un credito...


...però tavò. Sfondo nero, riflettore della vergogna sulle due dive del rock, Game Over. In tutto questo, che cosa abbiamo imparato? Boh! Prossimo gioco.

È merda? In realtà ci sono stati dei momenti in cui l'ho trovato divertente, eh. Insomma, il ritmo è bello elevato, immagino che giocato in due in split screen sia piuttosto divertente. Ma temo che non sia sufficiente: insomma, è ripetitivo, la parte in cui ci si mena è praticamente inutile, in generale la meccanica è troppo semplicistica, i personaggi sono abbastanza scialbi nonostante l'impegno dietro, e la grafica è bella colorata ma il ridimensionamento in tempo reale degli sprite li fa sembrare il più delle volte grumi di pixel incomprensibili. Sono un po' a metà strada. Boh (ok, basta) ! Nel dubbio, è merda.
Ci rigiocheresti? Forse solo per provare la modalità due giocatori con mio figlio, se mai vorrò farmi mandare a quel paese.

3 commenti:

  1. Le ambientazioni sono molto carine, ma il gioco non mi entusiasma affatto...Preferisco il "mitico" roadrush come accoppiata di gara di velocità in moto e "botte".
    Io avrei tenuto comunque la coppia Hendrix-Marley.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spoilerone: Road Rash arriverà (la versione per PC del 1996). Se avessi tenuto Jimi e Bob non penso che avrei superato il secondo livello...

      Elimina
    2. Ottimo, io ho giocato proprio a quella versione!

      Elimina

Sicuro di aver letto bene il post? Prima di postare, rileggi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...